23.3 C
Roma
lunedì, 20 Settembre, 2021
No menu items!
Home SOCIALITA’ LO SAPEVI CHE Come fare il pane nel forno di casa, buono come quello appena...

Come fare il pane nel forno di casa, buono come quello appena sfornato dal fornaio

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Il pane, un ALIMENTO indispensabile per la maggior parte dei commensali di ogni luogo e tempo, che in sua assenza non si siedono neppure a tavola.

Da quella che è la ricetta base, fatta di acqua, farina e lievito, siamo arrivati ad oggi che le varianti del “pane” tradizionale non si contano più per ingredienti, forme, tipi di cotture e così via.

In molti sono coloro che hanno scelto di cimentarsi nella preparazione del pane nel forno di casa propria, sperimentando ricette antiche e varianti innovative.

Ma non sempre quello che viene prodotto è un pane con tutti i crismi.

Può accedere che qualcosa non vada come si avrebbe voluto e…all’ultimo momento si corre dal fornaio sotto casa.

Noi vi vogliamo raccontare qualche interessante segreto della  nonna per fare un pane casereccio che nulla abbia a che invidiare a quello acquistato, anzi…

GLI INGREDIENTI

Per ottenere un buon pane è fondamentale scegliere ingredienti di ottima qualità, preferibilmente biologici e integrali.

Si consiglia l’uso di miele integrale, di olio evo di prima spremitura a freddo, di sale marino integrale.

Per quanto riguarda il lievito, preferite il lievito naturale o la pasta madre.

LA COTTURA

Il  forno ideale per cuocere il pane in casa è quello a legna o a gas.

Per evitare, in entrambi i casi, che si formi una crosta troppo dura, posizionate in un angolo un recipiente termoresistente con dell’acqua che favorirà così il giusto grado di umidità nel forno.

Fate sempre due lievitazioni, facendo attenzione che la seconda avvenga nel forno acceso a bassissima temperatura.

Se il pane è preparato con lievito naturale, iniziatene  la cottura a seconda lievitazione non ultimata, in modo che si completi nel forno.

La cottura non dovrà essere troppo breve, iniziando con una  temperatura tra i 200° e i 300 ° (a secondo del tipo di pane, della forma, grandezza…) che andrà calando verso fino cottura, la cu durata sarà tra i 30 e i 90 minuti.

A fine cottura favorite un raffreddamento lento del pane in un luogo aerato e asciutto, perché il calore possa disperdersi senza condensare; se questa operazione verrà eseguita in modo corretto il pane si conserverà molto più a lungo.

E SE…

Se la crosta è troppo scura vuol dire che il forno era troppo caldo.

Se la crosta è troppo chiara vuol dire che il forno era troppo freddo.

Se la crosta è troppo fine vuol dire che c’era troppo vapore nel forno.

Se la crosta è troppo dura vuol dire che c’era poco vapore nel forno o che il pane vi è rimasto troppo a lungo.

Se la superficie del pane è screpolata vuol dire che il pane è stato esposto troppo all’aria durante la fase di raffreddamento.

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

ultimi articoli

Le previsioni meteo di venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 luglio 2021

Dal sito dell’Aeronautica Militare VENERDI' 23/07/21 NORD: - CONDIZIONI DI GENERALE VARIABILITA' CON ALTERNANZA DI SPAZI DI SOLE A MOMENTI NUVOLOSI CHE SARANNO ASSOCIATI A LOCALI TEMPORALI A...

AMOREAMARO, il documentario

Da mercoledì 21 luglio su youtube il documentario di Maria Mazzotta - prodotto da Zero Nove Nove nella programmazione Puglia Sounds Producers - che...

Razze Canine: conoscere e riconoscere. CANE DI SAN BERNARDO

CANE DI SAN BERNARDO Molosside – Alpi italo-svizzere Corpo: possente, con petto ampio e profondo e dorso vigoroso. Altezza al garrese: maschio 70 cm (minima); femmina 65...
- Annuncio pubblicitario -