28.4 C
Roma
domenica, 12 Luglio, 2020
No menu items!
Home SCIENZA TECNOLOGIA COVID-19 FA UN’ALTRA VITTIMA: LO SMARTPHONE RIMPIAZZATO DALL’OROLOGIO INTELLIGENTE

COVID-19 FA UN’ALTRA VITTIMA: LO SMARTPHONE RIMPIAZZATO DALL’OROLOGIO INTELLIGENTE

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Chi lo avrebbe mai pensato: il telefono intelligente in tempo di coronavirus si è fatto “fregare” dal cugino contemporaneo “smartwatch”, certamente più pratico e decisamente più maneggevole.

Una notizia delle ultimissime ore, che abbiamo trovato su techeveryeye.it.

Leggete un po’…

PIÙ SMARTWATCH E MENO SMARTPHONE: IL NUOVO MERCATO CHE NON CONOSCE CRISI

Il Coronavirus, che ha penalizzato molti settori tecnologici, non sembra avere influito sulla sempre più alta diffusione degli smartwatch.

Il mondo tecnologico sta uscendo fortemente segnato dal Coronavirus. A livello economico saranno numerose le aziende che risentiranno di entrate molto inferiori, con gli di utenti che saranno molto più oculati nei loro acquisti. Tanti settori sono già stati penalizzati, primo tra tutti quello degli smartphone, con una tutto sommato attesa flessione di mercato.

Eppure c’è un settore che sembra non aver risentito di tutto questo e che anzi ha alzato notevolmente il suo valore, con gli acquisti che negli ultimi tre mesi sono cresciuti del 20%. Stiamo parlando degli smartwatch, sempre più desiderati e sempre più venduti, anche mentre tutto il resto del comparto tecnologico arranca. Che questi device siano considerati utili in tempi come questi?

I numeri

Il dato è incontrovertibile. Il settore smartwatch è l’unico nella tecnologia di consumo ad aver registrato un incremento nei dati di vendita dell’ultimo trimestre, quello che è coinciso con l’esplosione mondiale della pandemia di Coronavirus. A svelarlo è stata una ricerca di Strategy Analytics che ha analizzato i dati di vendita del settore nel primo trimestre di quest’anno rispetto a quelli del 2019. Se l’anno scorso in questo periodo di era arrivati a vendere 11,4 milioni di smartwatch, quest’anno la cifra ha toccato quota 13,7 milioni: un incremento del 20%, assolutamente inatteso visto il lockdown che ha interessato tantissimi paesi e la crisi economica dovuta alla diffusione del virus e alla contrazione del mercato lavorativo.

Si tratta di numeri sorprendenti, con il mercato online che l’ha fatta da padrone, vista anche la chiusura dei negozi fisici. Sembra piuttosto chiaro che, in tempi come questi, gli utenti giudichino questi prodotti come i più utili a livello tecnologico, molto più di qualsiasi altro oggetto.

Le quote

A livello aziendale sono lievi i cambiamenti nelle quote di mercato tra le varie realtà. Apple con il suo Watch la fa ancora da padrona tra le preferenze degli utenti. Il suo è senza dubbio l’orologio più amato e desiderato, quello percepito come migliore. L’azienda in questi tre mesi ha spedito 7,6 milioni di unità in tutto il mondo, con un +22,6% di incremento rispetto ai 6,2 milioni di Apple Watch venduti nel primo trimestre del 2019. A livello globale questo si traduce con una quota di mercato arrivata al 55% rispetto al 54 dello scorso anno.

Numeri in crescita anche per Samsung, arrivata a spedire 1,9 milioni di smartwatch rispetto agli 1,7 milioni di un anno fa, ma con una quota di mercato che è scesa, seppur in maniera minima, passando dal 15 al 14%. L’azienda rimane comunque la seconda forza del mercato, seguita a ruota da Garmin, il cui terzo posto è una novità assoluta rispetto al passato. Da due anni l’azienda non occupava l’ultimo gradino del podio, frutto di 1,1 milioni di prodotti venduti e di un salto del 38% rispetto agli 0,8 milioni del 2019.

Il contraltare degli smartphone

Numeri che diventano ancora più imponenti se confrontati con quelli del settore tecnologico maggiormente interconnesso agli smartwatch, quello degli smartphone. Il mercato dei telefoni cellulari sta vivendo un calo piuttosto netto di vendite. Una contrazione, già da qualche tempo endemica, che sta vivendo un picco piuttosto importante a causa del Coronavirus. Già nel solo mese di febbraio, quando la pandemia ha iniziato a far sentire le prime avvisaglie della crisi, le spedizioni sono calate del 38% rispetto al 2019.

In generale in Europa si è verificato un calo di vendite che oscilla tra il -10% e il -16,5% per una contrazione che, secondo gli analisti, avrà nei prossimi mesi un ulteriore crollo del 15%. Con i negozi che hanno riaperto da poco e il potere d’acquisto spesso limitato dalla crisi lavorativa ed economica, gli smartphone sono considerati ad oggi un bene non di prima necessità, una spesa da non affrontare nel breve periodo per un oggetto che, in ogni caso, già in molti possiedono e che, a livello tecnologico, non offre da tempo novità degne di nota.

La carta vincente degli indossabili

Se da un lato gli smartphone sono dispositivi già largamente posseduti dagli utenti e per questo ancora meno necessari in periodi di flessione economica, la percezione che si ha degli smarwatch è molto diversa. Si parla di prodotti ancora non largamente diffusi tra gli utenti, con una grossa fetta di mercato tutta da riempire e con funzioni percepite come essenziali in questo periodo. La chiusura dei negozi fisici non ha impedito agli smartwatch di essere acquistati, con gli store online che hanno visto moltiplicati i loro ordini in maniera netta.

Una chiave importante in questa crescita è dovuta soprattutto ad una maggiore attenzione degli utenti nei confronti della salute. Gli smartwatch sono visti come gli strumenti più adatti per preservarla, visto il monitoraggio continuo di molti parametri importanti e la possibilità di tenere sempre sotto controllo la propria attività fisica, anche questa diventata prioritaria in tempi di forzata sedentarietà.

Tutti sono diventati più attenti a questi due aspetti e le previsioni dicono che in futuro gli utenti lo saranno ancora di più: se l’emergenza proseguirà come previsto ancora per lungo tempo, diverrà fondamentale per i consumatori avere sempre al polso dei device che li facciano sentire più sicuri, che si dimostrino dei piccoli assistenti sanitari virtuali.

Un futuro promettente

C’è inoltre da dire che, almeno a livello tecnologico, lo smartwatch rimane l’ultimo baluardo di novità, la casa in cui risiede la maggiore concentrazione di quelle che vengono viste come novità tecnologiche. In un periodo dove gli smartphone continuano ad uscire con forme e caratteristiche simili, in cui ogni dispositivo si appiattisce su se stesso e la differenza nell’uso comune tra top di gamma e device di fascia minore si assottiglia sempre di più, gli indossabili stanno aprendo le porte a numerose novità, con prodotti per tutte le fasce di prezzo, dalle caratteristiche sempre nuove e dal design ben più fresco e innovativo.

Oggetti nuovi, da sfoggiare e far vedere e con funzioni ritenute ben più utili rispetto a quelle ormai classiche dei “fratelli maggiori”. Tutto questo non è naturalmente destinato a durare per sempre e, quando la tecnologia raggiungerà il suo apice e il mercato inizierà a saturarsi, le vendite si contrarranno di conseguenza.

Quel momento sembra comunque ancora piuttosto lontano e quella che stiamo vivendo, a livello tecnologico, sarà ricordata ancora per lungo tempo come l’epoca dei dispositivi indossabili. Tutti ne avremo uno, come tutti abbiamo tra le mani uno smartphone. Il Coronavirus accelererà solo un processo che era già da un po’ nell’aria.

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

ultimi articoli

VIDEO PILLOLE GREEN-SCOLARE LA PASTA

VINCENZO MASULLO: Project Sales Engineer, Scrittore, TEDx Speaker, Divulgatore, YouTuber. Proattivamente impegnato contro il cambiamento climatico. Da più di 10 anni opera nel settore delle energie rinnovabili,...

IMPERIA: DAL 31 LUGLIO AL 2 AGOSTO FESTIVAL DELLA CULTURA MEDITERRANEA, SI PARLERÀ DEL MARE CON TANTI ILLUSTRI OSPITI

Ecco gli ospiti di quest'anno: Laura Accerboni, Corrado Augias, Lorenzo Beccati, Paolo Becchi, Emiliano Beri, Franco Borgogno, Paolo Calcagno, Giuseppe Civati, Giobbe Covatta e...

LE PREVISIONI METEO DI OGGI, DOMENICA 12 LUGLIO 2020

TEMPO PREVISTO SULL'ITALIA PER OGGI DOMENICA 12/07/20 NORD: - NUVOLOSITA'' IRREGOLARE A TRATTI INTENSA SU PIEMONTE, RESTANTE APPENNINO, PREALPI DELLA LOMBARDIA E VICINE AREE PIANEGGIANTI CON ASSOCIATI RESIDUI...
- Annuncio pubblicitario -