21.8 C
Roma
mercoledì, Maggio 25, 2022
No menu items!
Home BELLEZZA BENESSERE Covid-19. Il test molecolare salivare è la possibilità meno invasiva per ottenere...

Covid-19. Il test molecolare salivare è la possibilità meno invasiva per ottenere il Green Pass (IL VIDEO)

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Il gold standard per l’esecuzione del test diagnostico di SARS – CoV-2 è quello molecolare, che si effettua su campioni prelevati mediante tamponi nasofaringei e ricerca tracce specifiche del genoma a RNA del virus SARS-CoV-2.

Il tampone antigenico rapido, invece, è un’indagine di tipo qualitativo, che si basa sulla ricerca nel muco nasale o nella faringe la presenza di proteine virali (antigeni) espressi sulla superficie di SARS-CoV-2.

Il test molecolare salivare è una giusta via di mezzo tra i due.

Produce il medesimo risultato del test molecolare naso-faringeo, ma la sua modalità esecutiva è molto meno invasiva, anche del test rapido.

IL TEST MOLECOLARE SALIVARE

Come si raccoglie il tampone

Stringere saldamente il bordo del contenitore interno e rimuovere il tappo, facendo attenzione a non staccare il contenitore interno da quello esterno.

Far scivolare il tampone in bocca battendo delicatamente il fondo della provetta e posizionarlo all’ interno della guancia o sotto la lingua.

Attendere così 2 minuti; quindi riposizionarlo nel contenitore.

Chiudere il contenitore, premendo con decisione sul tappo.

https://youtu.be/D9jvDrbi4Ss

I vantaggi:

  • La saliva è facile da raccogliere.
  • Il metodo è non invasivo, quindi ideale per screening, bambini e lavoratori sottoposti a test frequenti.
  • Non richiede attrezzature speciali per la raccolta (la saliva è raccolta autonomamente tramite una provetta contenente un batuffolo di cotone che viene introdotto nella bocca, tenuto all’ interno della guancia o sotto la lingua per 2 minuti).
  • Diminuzione del rischio di esposizione degli operatori sanitari.

Precauzioni da osservare prima dell’esecuzione del test molecolare salivare Covid-19

L’uso della saliva per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 prevede un metodo di raccolta non invasivo, tuttavia, per ottenere un campione adeguato sono necessarie alcune accortezze:

  • Fare il prelievo di saliva preferibilmente al mattino prima di lavarsi i denti, a digiuno (se non fosse possibile lasciar passare almeno 1 ora dall’assunzione di cibi o bevande), senza aver fumato, bevuto o usato gomma da masticare o colluttori.
  • La mucosa boccale deve essere possibilmente priva di lesioni.
  • Porre il rullo assorbente in bocca, ad esempio all’ interno della guancia o sotto la lingua e lasciarlo in questa posizione 2 minuti senza masticare. In caso di produzione estremamente scarsa di saliva, è possibile lasciare il rullo in bocca più a lungo.
  • Chiudere bene la provetta e riportare il nome, la data, l’ora di raccolta.
  • Si può conservare a temperatura ambiente o in frigorifero a 4°- 8°C, se non consegnato in laboratorio entro 4-6 ore.
  • Il rullo di cotone (rullo assorbente) è un prodotto naturale. Eventuali alterazioni di colore ed inclusioni o parti più scure sono naturali e quindi inevitabili.
  • Attenzione: il prodotto non deve essere utilizzato da bambini di età inferiore a 3 anni, né da pazienti con maggiore rischio di ingestione accidentale.

La Circolare del Ministero della Salute

I test della saliva possono essere considerati un’opzione per il rilevamento dell’infezione da SARS-CoV -2, qualora non sia possibile ottenere tamponi oro/nasofaringei, ma vanno utilizzati preferibilmente entro i primi 5 giorni dall’inizio dei sintomi.

È quanto indicato dalla circolare del Ministero della Salute sul loro utilizzo, che detta le indicazioni sulla raccolta dei campioni e sulla segnalazione dei casi.

Il test viene indicato come utile per “screening ripetuti” per motivi professionali o di altro tipo, sugli anziani o disabili e sui bambini in ambito scolastico.

L’esito del test molecolare su campione salivare sarà inserito automaticamente nel sistema informativo regionale di riferimento.

In riferimento a quanto disposto quindi dalla Circolare n. 021675 del 14/05/2021 del Ministero della Salute sull’ uso della saliva per la diagnosi da infezione daSARS-CoV-2 vi informiamo che:

  • Il test molecolare su campione nasofaringeo rappresenta il gold standard internazionale per la diagnosi di COVID-19 in termini di sensibilità e specificità.
  • Il campione di saliva può essere considerato un’opzione per il rilevamento dell’infezione da SARS- CoV-2 qualora non sia possibile ottenere tamponioro/nasofaringei.
  • Nei sintomatici il test deve essere eseguito entro i primi 5 giorni dall’ inizio dei sintomi.
  • Negli asintomatici il test può essere considerato un’opzione, al tampone nasofaringeo, per chi è sottoposto ripetutamente a screening per motivi professionali o per aumentare l’accettabilità di test ripetuti; individui molto anziani e disabili; carenza di tamponi; test per i bambini: i test salivari possono rappresentare un utile strumento di monitoraggio dell’infezione SARS -CoV-2 nei bambini.

(fonte: https://www.cerbahealthcare.it/index.php/test-molecolare-salivare-covid-19/)

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

ultimi articoli

Concorso canoro “Voglia di cantare”

Scarica qui il regolamento e il modulo di adesione. Gara Karaoke THE 1 ONE

Balla: “Il 30 maggio terzo voto in Parlamento per presidente”

TIRANA - Il capogruppo al Parlamento albanese del Partito socialista, Taulant Balla, ha proposto il 30 maggio per il terzo scrutinio di votazioni per...

Il 28 maggio la festa del “World Burger Day”

ROMA - Al via i preparativi per il "World Burger Day," giornata mondiale in programma il 28 maggio e dedicata al panino tra i...

Fedez e J-Ax, concerto gratuito dopo la pace

MILANO - Fedez e J-Ax hanno chiarito, ormai è notizia nota dopo che i due hanno pubblicato sui social lunghi messaggi in cui hanno...
- Annuncio pubblicitario -