23.4 C
Roma
mercoledì, 23 Settembre, 2020
No menu items!
Home MONDO UE COVID-19. COSA ACCADE SUL FRONTE AUSTRO-ITALIANO? ECCO TUTTE LE “NOVITÀ”

COVID-19. COSA ACCADE SUL FRONTE AUSTRO-ITALIANO? ECCO TUTTE LE “NOVITÀ”

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

In questo periodo di rilancio italiano, almeno internamente ai sui confini rigorosamente regionali è interessante iniziare a buttare l’occhio oltre (se non proprio l’ostacolo, almeno) lo zoccolo duro dei cugini austriaci.

Partiamo con ordine.

Cosa sta accadendo o non accadendo nei cieli tra i due paesi?

La risposta è nulla.

Infatti:

In base alle disposizioni dell’ordinanza del Ministero della Salute austriaco n. 220 del 20 maggio 2020 rimangono sospesi fino al 14 giugno 2020 i collegamenti aerei con Italia, Francia, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi, Cina, Ucraina, Russia e Iran.

Mentre qualcosa è cambiato con un altro paese vicino, cioè la Svizzera:

E’ stato revocato invece sia il divieto di atterraggio sul suolo austriaco per gli aerei provenienti dalla Svizzera sia la sospensione dei collegamenti ferroviari transfrontalieri con la Svizzera ed il Liechtenstein.

E che dire degli ingressi in Italia dall’Austria?

In base al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 (DPCM 17/05/2020) fino al 2 giugno 2020 rimangono principalmente invariate le disposizioni attualmente in vigore in materia di entrata in Italia dall’Austria.

Pertanto fino al 2 giugno 2020 si può fare ingresso in Italia dall’Austria solo per i seguenti motivi tassativi:

  • motivi di salute
  • situazioni di assoluta urgenza
  • comprovate esigenze lavorative
  • rientro definitivo al proprio domicilio

Obbligo di quarantena

Fino al 02/06/2020 rimane inoltre in vigore l’obbligo all’autoisolamento. Pertanto tutte le persone che entrano in Italia, ad eccezione di alcune categorie indicate all’art. 4, comma 9 del DPCM 17/05/2020, sono tenute a sottoporsi ad una quarantena di 14 giorni. La quarantena può essere svolta anche in luogo diverso dalla propria abitazione. Ogni persona che rientra in Italia deve prendere contatto con la propria ASL, per concordare le modalità di esercizio della quarantena.

Autodichiarazioni

Chi entra in Italia deve essere munito di apposita autodichiarazione, sia per l’ingresso nel paese (“autodichiarazione giustificativa dello spostamento in caso di entrata in Italia dall’estero” – modello in lingua italiana), sia per eventuali spostamenti fra le regioni italiane (“autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000” – modello in italiano / modello in tedesco / modello in inglese).

E’ vivamente consigliato portare con sé ogni altro valido documento comprovante i motivi dell’ingresso. L’attestazione del rientro sarà consegnata al vettore o alla polizia di frontiera per l’aggiornamento delle banche dati, anche riguardo alla quarantena.

Per maggiori informazioni si consiglia di consultare l’apposita pagina web con le domande più frequenti sul sito del Ministero degli Affari Esteri italiano: “Cittadini italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia” .

Ingressi in Italia dall’Austria per soggiorni di breve durata

In base a quanto previsto dall’art. 5 del DPCM 17/05/2020 chiunque può entrare in Italia per 72 ore (+48 da dimostrare) per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. In questo caso non vi è l’obbligo di quarantena ma è obbligatorio lasciare l’Italia prima dello scadere delle 72+48 ore.

L’articolo stabilisce la procedura da seguire per informare l’ASL di competenza, il vettore e la polizia di frontiera. L’art. 5, comma 10, elenca ulteriori categorie di personale che possono entrare in Italia senza dover dimostrare di entrare per motivi di salute, comprovate esigenze lavorative o di assoluta urgenza (p.es. equipaggio dei mezzi di trasporto, personale sanitario per l’esercizio di qualifiche professionali sanitarie, lavoratori transfrontalieri in ingresso e uscita per comprovati motivi di lavoro etc.).

E dopo il 2 giugno?

Ingressi in Italia dall’Austria dal 3/6/2020

L’Art. 6 del DPCM 17/05/2020 prevede che dal 3 giugno 2020 sarà possibile entrare in Italia dall’Austria senza limitazioni né obbligo di quarantena, salvo che non vengano individuate con apposito DPCM specifiche aree del territorio italiano presso le quali si potranno adottare misure restrittive, sia per quanto riguarda l’ingresso che l’eventuale quarantena.

( fonte: Ambasciata d’Italia a Vienna)

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

ultimi articoli

E = mc2 . La Teoria della Relatività, spiegata in modo semplice nel VIDEO

Il 25 novembre 1915 Albert Einstein formulava la teoria della relatività generale. È la sua scoperta più famosa, ma è tanto celebre quanto complicata...

Brodo Di Zucchine E Carciofi Al Coriandolo. Un primo piatto con tripla S: Saporito, Salutare, Sano!

Con l’autunno, ormai arrivato, cambiano anche le nostre voglie a tavola. Il corpo e anche la mente richiedono altro e diverso rispetto a quello che...

Torta Autunnale Alle Castagne. Ben Venuto Autunno!

L’autunno è magico per i colori, i profumi, i sapori. Uno dei suoi simboli per eccellenza, molto presente nelle tavole dei ristoranti gran gourmet e...
- Annuncio pubblicitario -