0.6 C
Milano
giovedì, 27 Febbraio, 2020
No menu items!
Home AMBIENTE ANIDRIDE CARBONICA, NEMICA ACERRIMA DEL PIANETA, MA PERCHE’?

ANIDRIDE CARBONICA, NEMICA ACERRIMA DEL PIANETA, MA PERCHE’?

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Di ANIDRIDE CARBONICA si parla con una frequenza esponenzialmente crescente, giorno dopo giorno, quasi paritetica all’aumentare della sua concentrazione in aere, ma sappiamo davvero cosa sia e perché è ritenuta tanto dannosa per l’ambiente?

Partiamo col definire che cosa è l’ANIDRIDE CARBONICA.

L’ANIDRIDE CARBONICA o BIOSSIDO DI CARBONIO è un composto chimico gassoso incolore, inodore, più pesante dell’aria che si origina quando la combustione del carbonio o dei suoi derivati avviene in eccesso di ossigeno.

L’ANIDRIDE CARBONICA IN METEOROLOGIA

Nell’atmosfera terrestre l’ANIDRIDE CARNOBONICA è presente in una concentrazione media (costante con la quota) pari a circa 330 ppm.

Tale valore è andato costantemente aumentando a partire dal 1870, industrializzazione, quando si registravano 270 ppm di ANIDRIDE CARBONICA medi.

Sappiamo che, a tutt’oggi, questo valore ha raggiunto livelli record, arrivando a superare più d’una volta la soglia di 400 ppm.

L’ANIDRIDE CARBONICA svolge un ruolo di primaria importanza nell’assorbimento dell’energia infrarossa nella banda cosiddetta dei 15, quella cioè della radiazione termica proveniente dalla Terra.

Se la concentrazione di ANIDRIDE CARBONICA aumenta considerevolmente, aumenta in modo direttamente proporzionale la quantità di energia termica (calore) che è prodotta dalla Terra, ma non riesce ad allontanarvisi, rimanendo legato alla CO2 negli strati atmosferici più bassi e così conseguenza diretta è la maggiore temperatura registrata.

A contribuire poi vi è il vapore d’acqua un assorbitore di energia termica altrettanto efficiente, anzi di più, dell’ANIDRIDE CARBONICA la cui concentrazione è direttamente proporzionale all’aumento della temperatura.

Un lieve innalzamento della temperatura dovuto all’ANIDRIDE CARBONICA provoca un corrispondente aumento del vapore acqueo e quindi un ulteriore aumento della temperatura e così via in un circolo vizioso che avrà fine solo quando inizieremo a liberare minori quantità di CO2 in atmosfera, convincendoci ad utilizzare fonti energetiche alternative a quelle fossili.

 

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

ultimi articoli

EPIDEMIA O PANDEMIA. DUE SOSTANTIVI DAL GRECO ANTICO, OGGI MOLTO (AB)USATI. CONOSCIAMOLI MEGLIO

Epidemia e pandemia, due sostantivi ampiamente usati, oggi, per definire la massiccia diffusione del CORONAVIRUS. Cerchiamo di chiarire il loro significato, per comprendere al meglio...

LE PREVISIONI METEO DI OGGI, GIOVEDI’ 27 FEBBRAIO 2020

Le previsioni meteo di oggi, giovedì 27 febbraio 2020 Dal sito dell’AERONAUTICA MILITARE TEMPO PREVISTO SULL'ITALIA PER OGGI GIOVEDI' 27 FEBBRAIO 2020 NORD: - AL MATTINO ADDENSAMENTI COMPATTI...

L’OROSCOPO DI OGGI, GIOVEDÌ 27 FEBBRAIO

L’oroscopo di oggi, giovedì 27 febbraio ARIETE Aria di tempesta in ufficio, meglio tacere che alimentare un fuoco, anche se di paglia… TORO Pensieri famigliari vi distoglieranno dal...
- Annuncio pubblicitario -